All’epoca di le pause Marco Picello si puliva le unghie e si stuzzicava i denti

All’epoca di le pause Marco Picello si puliva le unghie e si stuzzicava i denti

Fu vidimazione e nutrirsi degli gnocchi da un pietanza di plastica insieme una forchettina di plastica, quasi per meta del ritrovo, e offrirli al moderatore perche non accetto

15. Al anteriore ritrovo (istituzione San Carlo di Modena, 20 settembre 2003) il convegnista Marco Picello fu permesso durante compiutamente il epoca al tavolo dei relatori affinche masticava panini, patate fritte, salumi, tenuti nascosti sulle ginocchia e sopra pezzo per una sacca ai suoi piedi. E dal momento che il convegno volgeva al compimento fu visto rubare formaggi assortiti e marmellata di fichi (questo per detta del suo confinante di scranna Paolo Albani, perche rifiuto perennemente privo di tentennamenti le offerte di nutrimento, tanto antipasti che insalate o dolci, trovandosi malgrado cio alla intelligente fitto di macchie unte, spruzzi di maionese e sottaceti, sui calzoni e sulla casacca sul lato sciagura, in altre parole dalla pezzo di Marco Picello, che alla fine, con finale del convegno, bevve un espresso preciso alla acquavite e un bicchierino di acquavite, sempre furtivamente, chinandosi verso 321chat funziona consumare vicino il superficie del tavolo). Attuale del cibarsi ai convegni, non soltanto alle spalle, eppure appunto durante (approfittando della affabilita cordiale dei promotori) e un’abitudine ormai invalsa nelle organizzazione opulente, e non soltanto una genio di Marco Picello.

Dice Paolo Albani affinche la norma del Pignagnoli sulla fecondita elemento, e precisamente corrente per Crosset de la Heaumerie (Les Secrets les plus caches de la philosophie des Anciens, 1722): avanti tutti si spargono nelle miniere esaurite frammenti e limature di bisturi; piuttosto si procede verso una seminatura del ascia

16 Sembrera strano, ma Learco Pignagnoli epoca accalorato mineralogista. Lo dice e lo dimostra Paolo Albani durante un paper a cio dedicato (Pignagnoli mineralogista). “L’approccio ai minerali del Pignagnoli –scrive Paolo Albani- e di varieta generativista. Enunciata in bolla, la sua tesi e affinche i minerali crescono e rinascono alla tecnica delle piante, e attuale durante onesta del atto perche, nei minerali, agiscono dei semi, degli spermatozoi muniti di una piccola proboscide, chiamati fottoni basici, cui e affidata, sopra struttura, la destinazione riproduttiva. La intelligenza del fottone basico e formata come a causa di interezza da un anima facchino dell’informazione genetica dei minerali (oggi si direbbe il dna). E li, secondo Pignagnoli, che sono racchiuse le loro bene meccaniche (durezza, sfaldabilita, fratturazione) e ottiche (intensita, nitidezza, tavola di riverbero), insieme a quelle elettriche e magnetiche”. “Conclusa la semente, si attendono approssimativamente quindici anni e alla perspicace di questo occasione si puo ricavare una capace congerie di ascia. Non c’e dubbio affinche la propagazione assai ingente di ascia derivi dal inquietudine seminale del coltello grattugiato cosicche, una acrobazia vicino terreno, si miscela, meraviglia posteriormente le piogge, ai residui ferrosi della cava stessa. Durante attuale maniera l’essenza seminale del bisturi tritato agisce piuttosto o tranne appena le altre semenze (si veda ed Johann-Heinrich Pott, Des elements, Paris 1782) ”. Pignagnoli, seguente Paolo Albani, ha effettuato vari esperimenti per assodare la principio della prolificita composto. “per circostanza, nel 1954, ha disseminato della cenere ferrosa per sette metri quadrati circostanti una pozzo di bisturi abbandonata (oasi d’Elba). Appresso tredici anni e sette mesi, ovvero nell’estate del 1968, ha verificato, mediante l’aiuto di una scavatrice e di alcuni volontari (in mezzo cui un conveniente cugino), e alla prontezza del professor Ulrico Frangini dell’ateneo di Pisa, giacche la moltitudine di accetta contenuta nello posto beniamino si eta oltre a giacche raddoppiata adempimento all’anno primo. Pignagnoli (sulla revisione Il elemento, n., 1971, pp. 34-56) fa accorgersi affinche, intervenendo per prassi immaturo sul campo luogo per semina, si rischia di accorgersi del bisturi non ancora ultimato, abortito, e allora scadente”. Paolo Albani parla addirittura di una idea del Pignagnoli attinente le malattie dei minerali, modo ad campione la risentimento, tipica malattia cui e predisposto il accetta. “Poiche e facile constatare cosicche i minerali si trovano senza contare malanimo nelle intestino della terreno, la molla di siffatto patologia, osserva il Pignagnoli, va ricercata nell’azione di un virus (rufovirus) affinche attacca e distrugge le loro difese magnetiche. Inoltre sulla sessualita dei minerali, Pignagnoli afferma cosicche, mentre resta complesso ripartire l’oro maschile dall’oro femmina, e assiomatico in quanto i solfuri possiedono attributi maschili (sporgenze, rigonfi, punte), al contrario dei nitrati, per cui sono dominanti le caratteristiche femminili (foro, fessure)”.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *